Potamo

Il più grande paese dell’isola. il “Kefalochori”, il “Paese della Signora”, come veniva chiamato una volta. Sempre vivace, con un viavai di gente in piazza e nei bar. Ogni domenica mattina, in piazza, si raccolgono gli abitanti di tutta l’isola. È il grande mercato, nel quale si recano gli agricoltori per vendere i propri prodotti. Lì tutti scambiano le novità della settimana, discutono di politica, di lavoro e più tardi, in un tavolino con ouzo e stuzzichini, cominceranno le canzonature e le risate...

Potamo è il paese più ricco di storia, dato che qui hanno avuto luogo importanti avvenimenti della storia moderna dell’isola, e ancora oggi esso si considera il centro politico dell’isola. Qui si prese la decisione dell’autonomia dell’isola nel 1917, per cui Citera sostenne Eleftherios Venizelos e le forze alleate, durante la prima guerra mondiale. A Potamo nacque il generale Panos Koroneos, eroe della lotta alla liberazione di Creta, del 1886. Il suo busto domina nella piazza del paese.

La Resistenza Nazionale, l’Esercito per la Liberazione greca, aveva come sede Potamo. Nella seconda guerra mondiale, il grande “kafenio” di Livaditi fu il quartier generale dei partigiani; da qui si avventavano contro i conquistatori italiani e tedeschi. Potamo è stato sempre il centro “venizeliano-democratico” dell’isola, al contrario del capoluogo, Citera, che è sempre stata abitata da potenti, nobili e cittadini ad essi fedeli.

Molti negozi, bar, ristoranti, uffici e altri enti compongono il ponte del fiume. A Potamo si scopre l’orgoglio di Citera: la Casa di riposo dei Casimati, edificato negli anni ’70 dall’Ente del Trifoglio. Funziona per l’ospitalità e la cura degli anziani citeriani ed è mantenuto economicamente grazie alle offerte dei connazionali all’estero, degli abitanti del posto e, inoltre, dei compaesani che vivono ad Atene e al Pireo. L’Ente del Trifoglio viene gestito dal Consiglio d’Amministrazione, che viene eletto dalle due associazioni più antiche dell’Attica. La Confraternita citeriana del Pireo-Atene e l’Associazione citeriana di Atene.

Andate ad ammirare a Potamo, l’antico ponte, costruito durante l’occupazione inglese. Inoltre, alle spalle della casa di cura troverete la scuola inglese che, negli anni successivi, è rimasta nota come “Scholarchìo Cittadino” (antico genere di scuola post-elementare). La Filarmonica di Potamo ha sede nel Centro Spirituale, nella strada principale. Potrete apprendere lì la storia della filarmonica, come anche saperne di più sulle attività culturali che si svolgono. Il Teatro Comunale all’aperto di Potamo si trova ad est, fuori dal paese, nella strada verso Agia Pelagia.

Torna Su
  • Secondo Isiodo la dea Afrodite è nata nel mare di Citera